L'indipendenza della signorina Bennet

Chi l’ha letto sa che alla fine del romanzo di Jane Austen Elizabeth Bennet e Fitzwilliam Darcy coronano il loro amore nonostante i rispettivi orgogli e pregiudizi.
Colleen McCullough (autrice famosa per aver scritto Uccelli di Rovo ma che io ho personalmente apprezzato in diversi altri bei romanzi) ha ripreso la celeberrima novella di cui sopra e ne ha scritto il seguito in una vera e propria fanfiction, argomento di cui abbiamo parlato poco tempo fa.
Il romanzo viene ripreso a vent’anni di distanza dalla fine dell’originale e qui dò un avvertimento a chi ha amato le vicende delle sorelle Bennet: la McCullough ci racconta di come in realtà i matrimoni di Lizzie e di Jane non siano affatto stati felici come tutti credevamo (e, naturalmente, speravamo).
Ebbene si, lo ammetto, io all’inizio ci sono rimasta malissimo e, nonostante il romanzo sia incentrato su Mary, unica fra le sorelle a non essersi mai sposata, fino a metà romanzo non riuscivo a pensare ad altro che a quanto fosse stata crudele e cinica l’autrice nell’inventare un seguito così triste per una delle storie d’amore più belle della letteratura.
Ma la McCullough è una signora scrittrice e io non avrei dovuto dubitare di lei.
Il romanzo procede in modo piacevole, ricalcando il brio e il sarcasmo della Austen tramite gli occhi affatto ingenui di una Mary ormai donna, attraverso vicende bizzarre e persino avventurose.
Per un attimo ci si dimentica quasi dell’amarezza provata per le due sorelle maggiori e per il loro destino finchè, quando si torna a parlare di loro, piano piano non si capisce che la visione dell’autrice non è così cinica come avevamo pensato, bensì, con tutta probabilità, solo realistica, considerando l’educazione e i rapporti fra i coniugi come dovevano essere nell’Inghilterra di quegli anni.
Rassegnati a far prevalere la razionalità sul romanticismo si arriva al finale e la McCullough a sorpresa ce ne regala uno alla “evisserotuttifeliciecontenti” che, tutto sommato, anche se non vogliamo ammetterlo, ci rinfranca parecchio.


Sorry, Comments are closed.